Wireless carrier: il metodo scientifico di Huawei per generare nuovo valore con il 5g

#HuaweiPartner

C’è un luogo virtuale dove puoi testimoniare fino a che punto arriva il progresso umano; è il Galileo Exhibition Virtual Tour di Huawei. Un luogo nel quale la vostra mente inizia a ragionare e realizzare cosa la scienza applicata al business può fare.

Se mettete insieme diecimila ricercatori, 700 matematici, 800 fisici, 120 chimici e li finanziate con svariati miliardi di dollari, otterrete delle impareggiabili scoperte tecnologiche che vi permetteranno di diventare leader del settore nel quale operate. Potrete ottenere qualcosa come più di 3.000 brevetti e conquistare un ruolo dominante nel 5G, ad esempio.

Che dire poi delle realtà che prestano attenzione e cura nei confronti dei clienti? Se dalle ricerche emerge che una stazione base per il 5G di tipo Active Antenna Unit (5G AAU) può diventare molto più leggera (28 Kg per l’esattezza) perché non utilizzarla per permettere ai tecnici dei wireless carrier di installarla senza troppi sforzi. Tale innovazione ha generato, inoltre, un risparmio in termini di costi di installazione e manutenzione del Radio Network 5G.

Potreste anche scoprire un piccolo dispositivo che, messo alla finestra di casa, consente di utilizzare internet con le stesse prestazioni della fibra ottica ma senza il fili; lo chiamano 5G CPE WIN.

Bene, tutto questo ha un nome, si chiama progresso tecnologico ottenuto con il metodo scientifico. E questo è quello che più mi ha colpito mentre assistevo alla presentazione della Galileo Exhibition Virtual Tour di Huawei.

Parlo di progresso tecnologico perché le cose che possiamo fare già da oggi sono incredibili. Ho visto in un porto le gru autonome che, da sole, prendevano i container dalla stiva e li scaricavano sui mezzi di trasporto che, senza autista, li destinavano allo stoccaggio finale. L’intero processo è stato gestito da pochi operatori della centrale di controllo in remoto.

Ho visto una talpa meccanica autonoma che scava le gallerie nella miniera senza l’operatore, controllata a distanza con il 5G (si, è vero; hanno installato le antenne 5G nella miniera).

Tutto questo progresso non è possibile senza un metodo scientifico, un metodo che procede per raggiungere una conoscenza della realtà oggettiva e verificabile; un metodo che fa della rigorosa analisi logica e razionale la sua arma vincente; un metodo che sposa i principi che Galileo ha affermato centinaia di anni fa: “sensata esperienza e dimostrazioni necessarie”.

La cosa che mi ha affascinato di più durante il virtual tour è stato scoprire come Huawei, non solo si impegna a generare progresso tecnologico con una folla di scienziati, ma utilizza questo sapere anche per creare nuove opportunità di business rivolte ai clienti finali. Come? Realizzando, ad esempio, prodotti e servizi tecnologicamente avanzati per gli operatori delle telecomunicazioni.

Nei fatti, i wireless carrier si trovano, oggi, a dover affrontare sfide sempre più complesse. La sfida che riguarda l’innovazione tecnologica dei vari componenti del network, a partire dal radio network fino ad arrivare al core network. E la sfida più insidiosa del cambio di paradigma in corso: nel settore in cui operano, i nuovi attori sono alla porta con una sfilza di contenuti over the top pronti ad invadere le nostre case e le nostre aziende con servizi come la realtà virtuale e lo streaming. Di questo ne ho parlato in un precedente articolo nel quale ho trattato il tema della differenziazione per i carrier.

Meglio affrontare questa sfida con un partner di eccellenza in grado di fornire un bouquet di prodotti e servizi all’avanguardia. Questo consente di focalizzare la propria attenzione ai cambiamenti in atto nel comparto, per poi intervenire con delle strategie appropriate e combattere efficacemente la molteplice concorrenza che si sta generando nelle telecomunicazioni.

Ecco perché parlo della possibilità, per i wireless carrier, di sfruttare il metodo scientifico di Huawei per ottimizzare le opportunità offerte dalla digitalizzazione e cogliere tutte le occasioni di business che possano fidelizzare i propri clienti ed aprire nuovi flussi di ricavi.

Il mercato è concreto, selettivo e non perdona gli errori di valutazione.

Anche in questo caso le parole del mio esimio concittadino Galileo “sensata esperienza e dimostrazioni necessarie” devono esserci di insegnamento ed illuminarci sulla strada del progresso scientifico che magnifica noi stessi in quanto attori e beneficiari di queste evoluzioni che stanno cambiando per sempre il nostro modo di essere umani.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store